Presentata la Sauber C34, Marciello terzo pilota

Sauber_C34_Side

Qualche ora prima della Ferrari, la Sauber ha diramato in rete le foto della nuova arma per il 2015: la C34 di Ericsson-Nasr. Ma anche del nostro Raffaele Marciello che, in qualità di terzo pilota e collaudatore, l’avrà tra le mani in quattro venerdi di gara.

Nelle intenzioni dei tecnici di Hinwill, la C34 dovrà essere la vettura della riscossa, quella che farà dimenticare l’atroce stagione 2014 conclusasi con zero punti e il rischio di non arrivare a fine stagione. L’obiettivo, o la speranza, è quella di poter tornare a fare l’outsider di lusso, come quando con Perez al volante la vettura elvetica poteva puntare anche al podio.

Il compito di risalire la china e sviluppare la vettura è affidato a due giovanissimi di belle speranze e grandi sponsor. Marcus Ericsson lo si è visto all’opera lo scorso anno con la Catheram, difficile dargli un giudizio sul 2014 con quella vettura tra le mani. Certo non ha mai brillato, gli è mancato quel colpo di classe (e di fortuna) che magari aveva mostrato Bianchi qui e là con la Marussia. Di Ericcson, purtroppo, si ricordano le scoppole prese al GP del Belgio contro Lotterer, al via senza test per l’unico GP della sua vita, fatto quasi più che per divertimento che per altro.

Sauber_C34_Front_Side

Felipe Nasr è invece uno dei ragazzi più promettenti delle formule addestrative, il brasiliano si è distinto negli anni scorsi per ottime prestazioni in GP2, è stato spesso vicino ad arrivare in F1 ma ha dovuto attendere fino al 2015 per il grande debutto. Molto ben voluto anche da uno come Bernie Ecclestone, Felipe seguirà le orme del suo connazionale omonimo, con la speranza di imitarne anche la carriera, Ferrari o meno.

A proposito di Ferrari, la Sauber è ancora una volta motorizzata con le power unit di Maranello, propulsore dal quale ci si aspetta un deciso passo avanti dopo i problemi e le scarse prestazioni dello scorso anno. La Ferrari ha girato agli svizzeri anche Raffaele Marciello, pilota di punta e pupillo della FDA come terzo pilota e collaudatore. L’italiano, che sarà impegnato ancora in GP2 questa volta con la Trident, avrà tra le mani la C34 in alcune sedute di test e in quattro venerdi di GP, potendosi confrontare così con la diretta concorrenza in assetto gara.

Se la vettura disegnata da Eric Gandelin riuscirà a centrare i risultati sperati è tutto da vedere, sono tante le incognite che la pista dovrà sciogliere. Su questa la qualità dei piloti titolari, scelti più per il budget che per l’effettivo curriculum. La Sauber purtroppo è in una difficile situazione economica e la scelta di due piloti profumatamente paganti è stata d’obbligo.

Risultato ne è la livrea, che cambia colori e riprende quelli degli sponsor dei due titolari. Le ristrettezze economiche si denotano anche sulla parte tecnica, che non presenta grandi rivoluzioni. Cambia un pò la forma del muso, che si assesta su forme più visivamente accettabili.

Sauber_C34_Front

Massimiliano Palumbo