Categorie
Uncategorized

Rolex 24 ore di Daytona – un antipasto coi fiocchi

Scott Pruett al volante della Favoritissima Riley-BMW 01 del team Ganassi. Fonte: nascarmedia.com

L’inizio della stagione motoristica europea coincide di solito con i test di Formula 1 e con l’attesa per la presentazione delle monoposto. Quest’anno le varie scuderie andranno più o meno tutte al risparmio e i test saranno contingentati, per cui perché non godersi un po’ di azione dalla Florida?

lo storico arrivo in parata di tre Ferrari a Daytona, nel mitico mondiale marche del 1967, fonte motorsportblog.it

Sì perché a gennaio c’è la 24 ore di Daytona, storica gara del Campionato Mondiale Sport Prototipi, ormai da qualche anno dedicata ai prototipi della Grand-am, i Daytona Prototypes. Questa versione endurance della NASCAR, pur con vetture tutto sommato tozze e un po’ sgraziate, regala sempre gare molto combattute e impegna i piloti in una guida senza aiuti elettronici, con un’aerodinamica limitata e tanto acceleratore. Il parco partenti della principale gara della stagione poi, è sempre di tutto rispetto e catalizza la presenza di un gran numero di piloti di punta da tutte le serie americane.

Quest’anno l’equipaggio favorito è quello dei campioni della serie del 2010, Scott Pruett e Memo Rojas, vincitori la scorsa stagione di ben 9 gare sulla Riley-BMW del team Ganassi e secondi in Florida. I due saranno affiancati per la maratona della Florida dal figlio d’arte e piede discretamente pesante Graham Rahal, nonché e da Joey Hand. Ganassi schiererà anche una seconda vettura, la 02, per un equipaggio misto di piloti Indycar e Nascar: Scott Dixon, Dario Franchitti, Juan Montoya e Jamie McMurray.

Il team Action Express, impostosi sul doppio giro d’orologio nel 2010, schiererà anch’esso due vetture, una per David Donohue, Burt Frisselle, Darren Law, Buddy Rice e l’altra per Joao Barbosa, Terry Borcheller, Christian Fittipaldi, JC France e il nostro Max Papis, che aveva disputato la scorsa edizione con Ganassi (chiudendo secondo) e si presenta nuovamente con buone chances di vittoria. Vai Max!

Il parterre è talmente ricco di ottimi piloti che, dopo aver linkato la entry list ufficiale, mi limiterò a citarne alcuni: protagonista abituale del campionato e campione nel 2005, Max Angelelli parteciperà come al solito per il Suntrust Racing insieme a Ryan Briscoe, Ricky Taylor e Wayne Taylor. Saranno della partita anche AJ Allmendinger, Thomas Enge, Martin Brundle, Christophe Bouchut, Richard Westbrook (la sua annata in GT1 mi è piaciuta moltissimo, almeno sul piano dello spettacolo!) e il 5 volte campione NASCAR Jimmie Johnson, in cerca di una storica ( sarebbe il terzo con A.J.Foyt e Mario Andretti) accoppiata 24 ore / 500 miglia sul circuito di Daytona Beach.

il circuito "stradale" di Daytona, fonte grandstandmotorsports.co.uk

Nei consueti test prestagionali, noti come “Roar before the Rolex 24“, conclusi qualche giorno fa, si è verificata una discreta predominanza dei teams motorizzati BMW, che per questo pagheranno con 100 giri di rotazione motore in meno per la gara. Tra i piloti, in evidenza nei vari giorni di test Allmendinger, il solito, velocissimo Pruett e Ryan Dalziel, vincitore nel 2010, che ha ufficiosamente infranto il record della pista per i Daytona Prototypes con un giro a 128.194 mph.

In tutto ciò non ho menzionato la categoria GT, che come da noi costituisce la fetta più grossa dello schieramento (17 DP e 31 GT) ma utilizza vetture con un livello di elaborazione più basso in seguito alla vittoria Porsche del 2003, con la 911 Gt3 davanti agli acerbi prototipi DP. 6 marche (Porsche, Chevrolet, BMW, Mazda, Ford e persino 2 Ferrari 430 Challenge) rappresentate, come Porsche le auto più numerose, e una battaglia col coltello fra i denti per 24 ore.

L’appuntamento è ovviamente sul web, visto che in america la trasmette Speed TV per 14 ore mentre in europa non si vedrà nemmeno un servizio sul satellite immagino.

Stay tuned e tifate per i due MAX, Mad Max e Max The Axe.

 

 

 

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.