World SBK Imola.Prima vittoria stagionale per il Campione del Mondo della Kawasaki, in testa per tutti i 19 giri !!

Si prospettava una domenica sotto la pioggia battente, ma la Superpole Race è stata disputata sull’asciutto. Cambiano le condizioni ma non il vincitore: Jonathan Rea ha tagliato il traguardo davanti a tutti per la seconda volta in questa stagione, imponendosi sulla due Ducati, che hanno faticato a tenere il suo passo. Sul podio però sono salite entrambe le Panigale V4 R, con un rinvigorito Chaz Davies che precede un Alvaro Bautista ancora non pienamente a proprio agio.

Al semaforo è proprio il gallese ad ottenere lo spunto migliore, ma il Campione del mondo in carica sferra l’attacco dopo poche curve e va al comando, abbassando giro dopo giro il suo crono fino a frantumare il record della pista a tre tornate dal termine. Dopo una prima fase di difficoltà, Davies cerca di recuperare terreno sul connazionale, distruggendo dopo un giro il record di Rea. Al traguardo ha la meglio il pilota Kawasaki, seguito a ruota dal gallese, che ritrova il podio dopo la cocente delusione di Gara 1.

Si accontenta del terzo gradino del podio Alvaro Bautista, decisamente meno efficace dei due davanti a lui. Lo spagnolo passa sotto la bandiera a scacchi con un distacco importante, ben 5 secondi lo separano dalla vetta, ma continua a non essere pienamente comodo ad Imola con la Panigale V4 R.

Molto staccato è Michael van der Mark, quarto in solitaria a 10 secondi dal vincitore. Alle sue spalle però si è replicata la lotta che abbiamo visto ieri in Gara 1 e che ha visto protagonisti Alex Lowes, Leon Haslam e Toprak Razgatlioglu. I due piloti ufficiali si sono dovuti difendere dagli attacchi del giovane portacolori del team Puccetti, che ha perso terreno nel finale.

Lowes è così quinto al traguardo, davanti a Leon Haslam, mentre nelle ultime fasi di gara Razgatlioglu si è dovuto guardare le spalle da un Tom Sykes in rimonta. Grande prestazione del pilota BMW, che partiva dalla corsia box per non aver svolto il giro di ricognizione ed è poi passato sotto la bandiera a scacchi in ottava posizione. Chiudono la top 10 Jordi Torres e Markus Reiterberger, nono e decimo rispettivamente.

Grande delusione per le due Yamaha GRT, Sandro Cortese è tredicesimo, mentre Marco Melandri non va oltre il diciassettesimo posto. Superpole Race amara anche per Michael Ruben Rinaldi, quindicesimo. Ultimo Alessandro Delbianco, che sull’asciutto appare in difficoltà.

 

Photo Credit Machetti Luca ©

SPEED RACER MOTORSPORT All Right Reserved