Categorie
Gruppo Peroni Race

UNDICI GARE COMBATTUTE NELLA DOMENICA DEL PERONI RACE WEEKEND DI IMOLA

Dal successo di Guastamacchia in Coppa Italia Turismo al bis della Lamborghini n.1 nella Coppa Italia GT Club: ecco com’è andata a Imola

È stata battaglia senza esclusione di colpi in quel di Imola nella domenica del Peroni Race Weekend. Ben undici gare si sono susseguite nell’arco di dieci ore, tra cui la mini endurance del Campionato Italiano Auto Storiche e la seconda manche della Coppa Italia Turismo.

È Mauro Guastamacchia a prevalere nel finale su Alessio Aiello in un’intensa Gara-2 della Coppa Italia Turismo. Chiude sul podio TCR Sequenziale e dell’assoluta Andrea Argenti sulla sua Opel Astra. Ottimo esordio per il 17enne Steven Giacon (Team Tecnodom), quarto assoluto, davanti ad Alberto Rodio e Carlotta Fedeli. Escono di scena Sandro Pelatti (BF Motorsport), Marco Butti (NEXT) per un problema tecnico e il vincitore di Gara-1 Federico Borrett.

Nella seconda divisione la spunta Alberto Cioffi (AC Racing), 17° assoluto con la sua Mini davanti a Gennaro Manolio (Greta Racing) e Giuseppe Cartia (SC Angelo Caffi)

Alex Valle vince Gara-2 del Master Tricolore Prototipi tallonato da Alessandro Rosio, partito dalla pole position. Terzo posto per Massimo Wancolle, mentre non concludono la gara Michele Liguori, Antonio Beltratti e Ranieri Randaccio.

Dominio di Trebbi in una rocambolesca Gara-1 della 1.6 Turbo Cup. Secondo posto per Alberto Rizzo (Seven Hills Motorsport) e Gianalberto Coldani (MC, protagonisti di un’avvincente bagarre dopo un errore del 19enne. La manche si conclude con il botto tra Lorenzo Flavi e Andrea Chierichetti nel finale dopo una lunga lotta per la quarta posizione.

Clamorosamente fuori dai giochi a 5’ dal termine il leader Giacomo Trebbi, che ha lasciato strada a Gianalberto Coldani, vincitore assoluto e nella categoria Under 25. Taglia il traguardo in seconda posizione Massimiliano Ciocca, mentre è terzo il 20enne Pietro Agoglia (CLG Bloise)

La mini endurance del Campionato Italiano Auto Storiche vede la conferma dell’equipaggio formato da Ronconi e Gulinelli (3° Gruppo), scattato dalla pole. Nel 1° raggruppamento trionfa il duo Lupoli-’Blumax’, mentre è Davide Meloni su Ford Escort a primeggiare nel 2° Gruppo.
Grande lavoro di squadra da parte di Vito Truglia e Gilles Giovannini, vincitori nel 4° Gruppo al volante della TVR Tuscan Speed 8 GT.

DNF nella gara delle Auto Storiche per il britannico Christopher Milner, che ha tuttavia raddrizzato il weekend in breve tempo vincendo con margine nella Classic Speed Cup. Nella competizione dedicata alle vetture omologate fino al 1965 giunge 2° Matteo Panini, precedendo Claudio Conti. 

È doppietta per il team Gass Racing nella Coppa Italia GT Club. Alessandro Battaglin si aggiudica Gara-2 con la Lamborghini Huracan GT3, mentre ha chiuso in seconda piazza Stefano Inama, tallonato dal lucchese Riccardo De Bellis. Completano la Top-5 le altre due Ferrari 458 Challenge di Roberto Sestini e Salvatore Malizia. 

Colpaccio di Giacomo Giubergia in rimonta dall’ottava casella. Il torinese di Pellin Racing si riscatta dopo Gara-1 della Lotus Cup Italia, vincendo la seconda manche davanti a Daniel Grimaldi. Sul podio un ottimo Alberto Grisi.

Nel Porsche Club GT il mattatore tra le 911 GT3 Cup è stato nuovamente Chicco Reggiani, che allunga in classifica della DSW 991 Cup. Fra le Porsche stradali esordio con vittoria e giro più veloce di Francesco Tomarchio, che ha fatto sua la Goodyear GT3 RS.

Photo Luca Machetti Photography

SPEED RACER MOTORSPORT

Di Redazione

INDYCAR insider. Tutto su IndyCar Series, Indy Lights, Pro Mazda Championship e USF2000. Seguo anche AutoGP, USAC e World of Outlaws. Kartista nel tempo libero. Follow me on twitter @papix27